La strada della Porchera

Corno Giovine, LO, Italia

Commenti

  • Luisa Dellanzo

    Conosco quell’angolo di mondo ed è davvero splendido.
    Una volta c’era un anziano barcaiolo chiamato “il Cacin” che ci portava con un barcone a passare la giornata sui “sabbioni” che affioravano in mezzo al fiume nei mesi estivi.
    Là si formava una specie di spiaggia e si poteva nuotare, giocare e fare merenda con pane e anguria. I bambini giocavano a modellare la creta,
    i ragazzi si scambiavano promesse d’amore nell’ombra dei casotti di frasche, i grandi giocavano a carte, prendevano il sole e facevano sabbiature.
    In piena estate c’era una colonia elioterapica che incominciava la giornata con la preghiera e l’alzabandiera.
    A sera il “Cacin” tornava a riprenderci col suo barcone.

  • valentino ciusani

    ..sai quante volte sono stato li a dipingere!…….un po’ come la senna appena fuori Parigi per gli impressionisti…